“In caso di…….” t-shirt!

Un marchio importante COLMAR, che ha modificato il suo slogan da “IN CASO DI NEVE” a “IN CASO DI…”. Esportare il proprio brand al di fuori dei prodotti per il quale sei altamente riconosciuto è sempre molto rischioso e difficilmente attuabile. Nonostante questo però, il marchio Colmar non solo è uscita dal freddo mondo delle nevi per approdare ai campi verdi e curati del Golf, ma ha addirittura fatto approdo al caldo e fascinoso mondo delle spiagge diventando, con il marchio COLMAR ORIGINALS, un brand di tendenza, riconosciuto per aver rivisitato in chiave moderna gli storici piumini del marchio COLMAR che vestiva i grandi dello sci del passato come Piero Gros vincitore della Coppa del Mondo del 1974. E così NEROBRAND si è occupato di Fashion Design disegnando una collezione di T-shirt e costumi per il marchio COLMAR ORIGINALS dallo stile aggressivo e “originale”: In caso di ….T-shirt!

www.facebook.com/inclusives?ref=tn_tnmn

www.colmar.it




L’airbag di Clover

Immagine

Chi l’avrebbe mai detto che esistono protezioni non certificate? Forse esisteranno anche i caschi non certificati. Oppure no (devo informarmi). Certo è che su queste cose c’è poco da essere superficiali. Con questo spirito abbiamo creato questa nuova campagna informativa by Clover, che come evoluzione naturale, ha studiato e certificato l’airbag crossover. La democratizzazione di un prodotto legato alla sicurezza dal prezzo veramente coerente con lo spirito di un’azienda che ha fatto della tecnicità, la sua arma più concreta.

*CLOVER PRESENTA “CROSSOVER AIRBAG” LA PRIMA GIACCA 3 STRATI DOTATA DI SISTEMA AIRBAG CERTIFICATO SECONDO
LA NUOVA E UNICA NORMATIVA PER AIRBAG MOTO CE PREN 1621-4. IL SISTEMA INTEGRATO PROTEGGE 6 VOLTE PIÙ DI UN
PROTETTORE SCHIENA DI LIVELLO 2, HA UNA SUPERFICIE DI PROTEZIONE DOPPIA E SI APRE IN SOLI 0.08 SECONDI. IL PRIMO ED UNICO AD ESSERE CERTIFICATO PER L’USO MOTOCICLISTICO DA ORGANISMO NOTIFICATO CE. GRAZIE ALLA SUA TECNOLOGIA ED ALLA SUA ESPERIENZA PIÙ CHE TRENTENNALE, CLOVER SI PONE CON QUESTO PROGETTO ALL’ AVANGUARDIA PER COMFORT E PROTEZIONE MODULARE. LA GIACCA È DOTATA DI UN NUOVISSIMO SISTEMA DI REGOLAZIONE DINAMICO DELL’ ADERENZA INVERNO-ESTATE E DI BEN 8 PRESE DI VENTILAZIONE A FLUSSO REGOLABILE.
PUÒ ESSERE ACQUISTATA ANCHE SEPARATAMENTE DAL SISTEMA AIRBAG E COMPLETATA SUCCESSIVAMENTE, GRAZIE ALLA SEMPLICITÀ DI INSTALLAZIONE DEL DISPOSITIVO.

15-18 NOVEMBRE 2012
IN ANTEPRIMA ALL’EICMA DI MILANO
www.clover.it

Ideazione e realizzazione grafica_concept_esecutivi_visto su MOTOCICLISMO

 

Patologia clinica dell’età avanzata

È dal 2002 che collaboriamo con il Laboratorio di Chimica Clinica ed Ematologia e per questo è il cliente più storico che abbiamo. Devo ringraziare il Prof. La Greca che nel 2000 ci fece realizzare il logo ancora attuale dell’ULSS 6 e sucessivamente il Direttore Dr. Giuliano Soffiati che ci commissionò la realizzazione del logo Simel, del Laboratorio di Chimica Clinica ed Ematologia dell’Ospedale di Vicenza e tutti i depliant di presentazione dei convegni dal 2002. Diciamo che il primo lavoro fu il più difficile visto che il titolo del convegno era “Diagnostica di laboratorio: gli esami sulle urine”. E forse è anche per questo che siamo diventati suoi fedeli collaboratori da più di nove anni. Quest’anno è stata la volta della “Patologia clinica dell’età avanzata”, e, nonostante non sia una novità, abbiamo invecchiato una modella facendola diventare un’affascinante anziana signora. Il risultato è sempre interessante, perchè tutti siamo curiosi di sapere come saremo da vecchi. Nel cinema capita spesso di truccare gli attori facendoli invecchiare di 30, 40 anni. Ricordo Mediterraneo, quando Diego Abatantuono, (il sergente Nicola Lorusso) e Giuseppe Cederna si ritrovano anni dopo, o l’invecchiamento in Baaria della signora che pulisce le scarpe del marito…. Ci incuriosisce e ci spaventa. Perchè il tempo che invecchia la pelle, ci riempie di rughe, ci bombarda di macchioline, ci appesantisce le guance, ci raggrinzisce le palpebre e ci fa perdere i capelli sembra essere impietoso, ma accompagna anche tutta una vita di ricordi e di significati, così da diventare curiosamente affascinante.

www.simel.it

_ ideazione e realizzazione grafica depliant convegno / buste spedizione / poster presentazione / badge personalizzati

Terme Recoaro o Recoaro Terme?

Terme Recoaro, Recoaro Terme. È sempre stato il dilemma, così l’ho fatto diventare il marchio delle Terme di Recoaro situate a Recoaro Terme. Sempre confusi il Compendio con il nome del paese, le Terme di Recoaro decidono il rilancio e mi incaricano di seguirne l’immagine coordinata e la personalizzazione degli eventi. Un lavoro stimolante. Una sfida difficile ma per questo presa con impegno e dedizione. Il risultato? Due eventi, un catalogo, uno spot televisivo, una quasi campagna di affissioni, cartelline, penne personalizzate, blocchi e un quasi calendario. Qualità marchiata Terme Recoaro Recoaro Terme. Risultato del risultato? Bella domanda. Tante energie buttate al vento? Questo non lo credo. Credo che ci sia una grande difficoltà a rilanciare i marchi indeboliti dal tempo. Vi ricordate Best Company? Americanino? El Charro? Marchi noti, che hanno avuto momenti di grande successo, ma indeboliti fino ad essere da considerare fantasmi di un passato glorioso, dimostrano che è quasi impossibile rinascere da un’immagine sgretolata e debole. Soprattutto se fatta di grande identità dimenticata negli anni. E così Recoaro. Dall’Acqua alle Terme senza passare dal via. Speriamo che almeno questo sia servito a non far più confondere il compendio Terme Recoaro con il paese di Recoaro Terme.

terme di recoaro maggio 2010

 

 

#NEROBRAND

Sembra impossibile, ma saper fare bene solo una cosa, è sempre e comunque un vantaggio. Competenze allargate ed esperienze trasversali, sembrano essere deterrenti invece che essere un valore aggiunto di tutto rispetto. Resta il fatto che collegare la progettazione di una t-shirt all’arredamento di un negozio, passando per la grafica applicata ai marchi e finendo a fare un’analisi dettagliata degli aspetti che determinano il successo o l’insuccesso di un prodotto sul mercato, è davvero complesso. Forse è più complesso a spiegarlo che a farlo, visto che Nerobrand è da ormai 20 anni che si occupa di tutto questo e anche di più. Lo schema è doveroso visto che alla domanda, “ma di cosa vi occupate” non sappiamo mai come rispondere se non chiedendo la disponibilità di un incontro di un paio d’ore durante le quali supportare le argomentazioni utilizzando case history, work in progress e referenze. Quindi mettetevi comodi e se proprio non avete niente di meglio da fare, leggete il tentativo di motivare “cotanto” sapere:

Nerobrand ADV_advertising (Advertising in business is a form of marketing communication used to encourage, persuade, or manipulate an audience). Comunemente detta “pubblicità”. In genere si associa alla pratica di promuovere nelle più disparate forme di comunicazione, un prodotto o un servizio attraverso tutti i canali possibili ed immaginabili. Verrebbe da pensare alla carta stampata o alla campagna affissioni, ma dal volantinaggio allo spot televisivo, non si smette mai di innovare soprattutto dall’avvento di internet. Nerobrand ha tutte le competenze per definire, sviluppare e scegliere i canali di divulgazione del prodotto o del marchio di un’azienda. Case history: Clover / Itersan / Nicopel / Priante / Nextep / World Diamond Group / Weart / Geoplast / Saint MIller / Italtech Wind / Nice England / Byngo / Vaphor / Brugnolo / Manostorti / Orian / Interart / …

Nerobrand AD_Art Direction significa Direzione Artistica. Credo sia una delle competenze meno riconosciute nello spettro delle competenze professionali. Quando ci si sofferma davanti ad uno scatto fotografico di moda, un indossato o una foto di concetto riferita ad un particolare prodotto non si riesce mai ad immaginare quali siano le competenze al di là della capacità del fotografo di immortalare, con la giusta luce, il momento. Definizione del concept di base, casting modella/o, scelta dello staff che dovrà supportare lo scatto (visual, truccatore, parrucchiere), coordinare tutte le varie figure, immaginare lo scatto finito, definire le pose, la tipologia delle luci, lo sfondo e/o l’ambientazione, la post-produzione, se non la location e addirittura il pranzo. Nerobrand insomma, è tutto quello che ci sta dietro ad un “semplice” scatto. Per questa attività ci proponiamo come consulenti esterni con contratti annuali senza vincoli particolari (si lavora finchè entrambe le parti hanno voglia di lavorare assieme) e mettiamo a disposizione tutte le competenze che si possono racchiudere nell’acronimo AD. Case history con Ruggero Zigliotto, Fra Hund Zigliotto, Studio Nova e Andrea Zampese: Diesel+Dainese /Gaerne / World Diamond Group / Nextep / Palmiero Gioielli / Manostorti / Vaphor / Once upon a time ….

Nerobrand BB_ Il Brand Builder, è colui che costruisce marchi. Su questa competenza, ci sarebbe da scrivere un libro, e magari un giorno lo farò (nel frattempo lascio a Naomi Klein di “sputtanare” quello su cui io credo in maniera maniacale), ma mi limiterò a fare degli esempi per farvi capire l’importanza impressionante di una singola denominazione e/o di una forma grafica. In genere tutto partiva dal prodotto (così succedeva fino a pochi anni fa); un’azienda produceva acciaio, i due titolari si chiamavano Ferrasin e Pavesi, e si creava il marchio con il nome innovativo di FEPA. Il logo FEPA veniva disegnato a mano, portato in tipografia e andava a personalizzare insegna, carta intestata, cappellini e magliette della Fruit of the Loom. FEPA poteva anche diventare una multinazionale, ma il marchio, la denominazione, l’elemento grafico non influivano sul prodotto, sul risultato o sulla marginalità. Nel caso di un prodotto di abbigliamento o accessori moda e sport, chi ha saputo avere l’intuizione di personalizzare il proprio prodotto con un elemento grafico distintivo, originale e di facile applicazione, in realtà, abbinato ovviamente alla qualità del prodotto e ad un’analisi di mercato di tutto rispetto, ha avuto successo: nike, lacoste, Oakley, Gucci, Zara…. Oggi, in realtà, si inizia da un’idea, dai concetti che andranno a riempire un contenitore che dovrà già necessariamente avere determinate caratteristiche. Diciamo quindi che la difficoltà resta quella, metaforicamente, di dover dare il nome al figlio di un altro sapendo già la direzione nella quale sarà indirizzato. Non è facile, ma negli anni qualcosa abbiamo fatto: Campagnolo (Eps) / Manostorti / Altera  / Byngo / Carraro 1964 / Brugnolo / Nice England / Bubba Boots / 3Stars / Simel / interart / Damelise / Bitijui / Saint Miller / Vaphor / vintage.it / Corà TI / Alias / ULSS 6 / pe+erpahor / undiscovered genius / Diluce / Monster&Ghost / Pegoraro Group / Viktims / Xpider / Weart / Lili Van Loy / JJ Woon / Drungus de Dagobert / DLuce / Homen / Terme Recoaro. Qualcuno è sparito, qualcuno è rimasto. Certo è che avevano tutti la caratteristica di diventare grandi!

Nerobrand Fashion Design_ Nel tempo questa caratteristica, capacità, competenza, sensibilità, o passione, sta prendendo il sopravvento. Sempre di più ci viene chiesto di occuparci di collezioni. Ovvio che aver partecipato al Pitti come New Fashion Designer aiuta come referenza, ma collaborazioni con Spidi Sport, Colmar, Viktims e Robe di Kappa stanno consolidando questa “vena artistica” facendola diventare il core business di Nerobrand. Possiamo aggiungere anche due collezioni di oreficeria che sembrerebbe poco centrare con la “vena artistica dalla connotazione particolarmente sportiva”, ma se si uniscono, design, marketing strategico, manina santa (disegno a mano), si riescono a far nascere progetti interessanti come la linea di prodotti Monster&Ghost di Damelise e la collezione di schiave per Weart.

Nerobrand Progettazione Punti Vendita_ Ci è stato chiesto quasi per caso, e abbiamo accettato la sfida visto che il mondo dell’arredamento ci entusiasma e ci affascina tanto quanto il mondo dell’abbigliamento. E così, un locale tira l’altro, un negozio tira l’altro e, sfruttando le competenze di Elena laureata in Scenografia, abbiamo ideato, progettato e realizzato il negozio di abbigliamento Manostorti, il negozio di abbigliamento sportivo Sport City, il negozio di abbigliamento Bitijui e i negozi di oreficeria Orora. Altri lavori di consulenze d’arredamento d’interni per case di privati e vari locali e uffici. Insomma, per essere una passione, sta diventando sempre di più una competenza riconosciuta e apprezzata da privati e aziende.

Nerobrand Marketing Strategico_ Le competenze dirette e indirette hanno fatto si che Nerobrand riesca come consulente, a dare dei consigli sempre più lontani dal concetto di “agenzia di comunicazione”, tanto da non poter essere catalogato in questa categoria che ad oggi, è del tutto anacronistica. Gli specializzati in grafica, gli specializzati in oreficeria, …. Non può significare più nulla se non ad una categoria di imprenditori che non si è saputa aggiornare ad un mercato globale che implode ed espande con la stessa facilità con cui si ritraggono gli occhi di una lumaca appena toccati…. Tutto è mutevole, e non esistono più le strategie a lungo termine. Bisogna essere rapidi, correggere il tiro, senza rinnegare se stessi, con competenze che non possono più essere separate da compartimenti stagni. Forse è anche per questo che la difficoltà di avere più competenze, sta diventando un valore aggiunto per imprenditori illuminati che sempre più hanno bisogno di qualcuno che abbia la sensibilità di notare le sfumature quasi impercettibili che anticipano i mutamenti. Li possiamo chiamare con un termine borsistico “sentiment”, e non avere chi li sa cogliere, oggi, è la fine. Per questo Nerobrand strategicamente, inizia ad essere un consulente decontestualizzato e non condizionato.

Nerobrand Concept Video & Storyboard_ Internet ha cambiato tutto il modo di comunicare. A volte forviando il concetto di “visibilità” abbinato alla “vendita”, che non va per niente di pari passo a causa di un nemico che si traveste da amico: i social network (ma questo è un altro discorso). Questo cambiamento ha in ogni caso, ridato importanza alla forma di comunicazione probabilmente più completa in assoluto. Una forma d’arte comunicativa straordinaria: il video. Cosa c’è di più efficace che comunicare un prodotto, un’idea, un’emozione, se non utilizzando insieme video, voci, musica. Probabilmente nulla. Resta il fatto che, come non basta un fotografo per fare una foto straordinaria, non basta una telecamera per realizzare un grande corto per trasmettere la propria idea di prodotto. (Quando nomino la parola “prodotto”, ho una sorta di contrazione allo stomaco perchè lo abbiamo talmente pompato su mercati gonfiati a loro volta, che sembra di parlare di un culturista pieno di estrogeni che non riesce nemmeno a parlare e a muoversi….) E così, entra in gioco un’altra competenza: lo storyboard. Trovare l’idea per comunicare qualche cosa, abbinandola ad una voce o ad una musica. Collaboriamo con CONCEPT VIDEO&CUMMUNICATION e con PE+ERPAHOR per le musiche e abbiamo iniziato a fare lavori sempre più interessanti. Team che vince non si cambia!

Nerobrand Packaging and Merchandising_ Sembra una capacità marginale, ma è, per certi prodotti, una competenza di vitale importanza che stiamo dando soprattutto per World Diamond Group, per i marchi Damelise, Monster&Ghost e World Diamond Group Diamond Invest. Tutti parlano di “immagine coordinata”, tutti sanno cosa significa e l’importanza che ha per la riconoscibilità di un prodotto e di un marchio sul mercato, ma poi la delegano a più persone con caratteristiche diverse e competenze a dir poco contrapposte, come la figura del commerciale che l’ultima cosa della quale dovrebbe occuparsi, è del “gusto”. È per questo motivo che l’unico modo per riuscire in questo intento, di coordinare il tutto, è un’unica regia con competenze su tutti i fronti con un unico comun denominatore: il gusto estetico*                                                                                   (*correlato articolo “il gusto è soggettivo, ma il fottutogusto no” dove si tratta il concetto che il gusto è soggettivo, per chi non ce l’ha).

Quattro stagioni di lusso

Due modelle, due giorni di lavoro, quattro scatti per quattro stagioni. Un fotografo (Ruggero Zigliotto), un direttore artistico (io), un cliente (Palmiero Jewellery Design), un committente (Ombretta Zulian). E un risultato eccellente. Primavera, estate, autunno, inverno. Uno still-life studiato ad hoc per un prodotto dalle straordinarie qualità. È sempre stata una nostra prerogativa curare il prodotto, seguirlo e valorizzarlo. Motivo in più se devi valorizzare un’opera d’arte di questo livello.

_Ideazione e direzione artistica, casting, coordinamento lavori, post-produzione, scelta dei partner.

275 GRAMMI DI QUALITÀ

La Dott. sa Marta Gazzola, titolare del marchio Gaerne, la prima volta che mi ha presentato la sua nuova scarpa da ciclismo, mi ha fatto togliere le mie scarpe e mi ha fatto provare le CARBON G. CHRONO. Della serie “provare per credere”. Ed è difficile da credere che un prodotto che riesca a mantenere tutte le caratteristiche tecniche di sicurezza e durata, possa pesare solamente 275 grammi. Così, ho capito subito a cosa servisse quella bilancia posizionata in un angolo dello show-room. Devo dire anche, che non è nemmeno la caratteristica principale perchè di incredibile ha anche la chiusura con il sistema Boa che ne certifica qualità e millimetrica precisione. Fits like a glove hanno detto provandola. E così questo ne è diventato il tormentone di un prodotto destinato al successo. Perchè, se ci sono effettivamente altri prodotti che hanno adottato la stessa metodologia di costruzione, l’equilibrio dei pesi sia fisici che estetici, la rendono un prodotto veramente unico e originale.

www.gaerne.com

www.boatechnology.com

Ideazione e realizzazione grafica immagine pubblicitaria_Foto Studio Nova

Esploso di un prodotto “molle”!

L’esploso è il modo migliore per mostrare la composizione di un prodotto. In genere si creano degli esplosi di motori o di altri prodotti strutturati per poter capirne la “costruzione”. Ma mentre per i prodotti come i motori, i disegni in cad tridimensionale ci sono già per la realizzazione del prodotto stesso, e quindi, logicamente utilizzabili per crearne l’esploso, per un prodotto “molle” non c’è una tecnologia che ci venga in aiuto. E quindi l’immagine di questa giacca non è altro che una vera e propria illustrazione creata ragionando su tutti i singoli materiali e su tutti gli strati che la rendono un prodotto tecnico per viaggiare sulle due ruote. Clover è sempre stata maniacale in questo, tanto da commissionarmi la realizzazione di un esploso della loro giacca più tecnica. Per lo studio Nerobrand è sicuramente l’illustrazione che più ci ha dato soddisfazione. Vista su Motociclismo, In moto, Superbyke…..

Ideazione e realizzazione grafica illustrazione giacca tecnica Clover_

Le due facce della stessa passione

La passione è per le due ruote. Che siano a motore o mosse da un cuore grande e gambe forti e scattanti, sempre di due ruote si tratta: e Gaerne ha tutte le facce della stessa passione. In questo caso parliamo di road e off road. Un catalogo che racchiude due mondi che, nonostante siano legati dalla stessa combustione e modalità di accelerazione, sono molto diversi. Due filosofie. La prima: smanettona. Fatta di pelle, asfalto, manico, carene, pieghe, birra e sudore. La seconda: freestyler. Fatta di terra, stivali, jump, trick, ossa rotte e tanta birra. Devo dire che la birra accomuna molte categorie…. ma questa è un’altra storia! Non sempre si riesce ad esprimere con creatività il prodotto, ed avere anche un imprenditore illuminato che rispetta il lavoro che stai svolgendo. In questo caso, è successo (Grazie Marta…)! E quando questo accade, il risultato è davvero soddisfacente per tutti.


 

Stand EICMA 2014_Milano

“Artvertising”, l’arte che si vende

L’Arte moderna e la Pubblicità nascono e crescono insieme… con la rivoluzione industriale, con l’aumento della produzione di merci e lo sviluppo del consumismo s’imposta il modello pubblicitario che noi tutti siamo abituati a vedere. La pubblicità ha coinvolto e continua a coinvolgere numerose discipline diverse, dagli artisti ai registi famosi, un fenomeno, dunque che ha interessato numerose industrie che sapientemente hanno iniziato ad investire numerosi capitali e persone nel suo sviluppo. Lo scopo della pubblicità non si è fermato solo alla comunicazione del prodotto al pubblico ma l’obiettivo principale è quello di vendere il proprio prodotto, richiamando l’attenzione su di esso, condizionando le scelte dei consumatori, incoraggiandoli al desiderio d’acquisto di quel preciso prodotto; detto questo possiamo quindi dire che la comunicazione pubblicitaria nasce e si sviluppa parallelamente alle esigenze economiche, sociali, politiche e culturali di un paese. Numerosi gli artisti che utilizzando noti beni di consumo nelle loro opere sono riusciti ad avvicinare due mondi apparentemente tanto diversi, quello del commercio e quello dell’arte, uno su tutti Andy Warhol che con la sua Pop Art ha sancito l’incontro tra arte e cultura dei mass-media.

Ma possiamo citarne altri come il futurista Depero, con la sua opera “artistico-pubblicitaria” del Campari, egli infatti dedicò moltissima attenzione allo studio e alla composizione dei marchi, inserendo intelligentemente nelle sue creazioni gli elementi futuristi che lo contraddistinguevano non tralasciando però l’importanza del marchio. Molte sono anche le aziende che per sponsorizzare i loro prodotti si affidano ai grandi registi del cinema internazionale, come ha fatto Chanel per il lancio dell’ultimo profumo ‘Bleu’, realizzando un corto per la regia di Martin Scorsese. Arrivati a questo punto potremmo chiamarla anche “artvertising” perchè riesce ad inserirsi nelle nostre giornate, nei nostri momenti e nello stesso nostro modo d’essere. Arte, marketing e pubblicità diventano per noi “ linguaggio“ , diventano un modo per comunicare, per ricordare e per semplificare la complessità della realtà sociale.

GAERNE: Il terzo elemento

  • Il primo elemento: ASFALTO
    Il secondo elemento: TERRA
    Il terzo elemento: GAERNE

L’asfalto, elemento naturale delle gare su pista, del ciclismo, dove la gomma dei pneumatici o dei tubolari si consuma per lasciare traccia indelebile di fatica e passione.

La terra, elemento naturale del cross, dove la polvere e il sudore sono il resto dei componenti che lo rendono uno sporto straordinariamente vero.

Gaerne, il terzo elemento: prodotti made in italy (made in italy di quelli veri), dove c’è ancora chi mastica prodotto, determinazione, ricerca e mestiere. Un mestiere che ha più di 50 anni. Un produttore che ne ha 80 di anni, e un amore (compreso il sentimento che lo lega alla moglie) che in totale fanno 185 con amore. Ogni tanto ci sono favole che si avverano. Questo è uno di quei casi.

Ideazione e realizzazione grafica_impaginazione_visto su SPECIALE MOTOCICLISMO

www.gaerne.com

www.motociclismo.it

Cavalca l’incredibile

A volte, capita, di osare talmente tanto da non essere capiti. In un mercato in difficoltà, dove conta non passare inosservati, osare, credo sia l’ultimo dei problemi. Ma bisogna avere il coraggio di difendere le proprie scelte, o prendersi le proprie responsabilità. Questo è quello che è successo con l’azienda Equipe Selleria Italiana. Campagna pubblicitaria aggressiva, innovativa, controcorrente, sposata dal cliente con riserva, ma non appoggiata con coraggio. Sarebbe bello dire che ogni lavoro ha avuto buon esito e grandi soddisfazioni, ma questo è stato uno dei pochi casi (per fortuna) dove probabilmente l’errore è stato nel forzare il cliente a fare una cosa esageratamente impattante. L’abbiamo (colpa nostra) portato ad affrontare una scelta troppo contro corrente. E questo lo si può fare solamente (putroppo) in certi settori e non in tutti. Nonostante io sia convinto di aver fatto un lavoro tecnicamente molto valido, mi devo rammaricare di non essere riuscito a capire le caratteristiche del cliente, e non essere riuscito, come spesso mi accade, ad accontentarli con un prodotto di comunicazione in linea con le loro esigenze e aspettative. ……..Peccato:(

Ideazione e realizzazione grafica campagna pubblicitaria testata “Cavalli e Cavalieri”, impostazione grafica sito internet.

 

Nucleare al vento…

In THE WEATHER MAN un uomo della troupe a Nicolas Cage dice: “È vento amico, soffia dappertutto”.

C’è chi le reputa brutte, come se fosse l’estetica l’obiettivo di installare pali alti 120 metri, e chi invece pensa siano la soluzione al fabbisogno di energia che tutti noi abbiamo giornalmente. Resta il fatto che l’unica controindicazione alle pale Eoliche e ai loro sostegni è lo smaltimento di questi bestioni con lame che arrivano fino a 90 metri in un futuro non così lontano, ma che, in confronto alle controindicazioni derivanti dalle Centrali Nucleari, forse, non sarebbero nemmeno da valutare. In ogni caso, io so perfettamente di avere un continuo bisogno di energia e, meno questo bisogno distrugge l’ambiente circostante e meglio stò. Quindi, quando ho dovuto lavorare per creare marchio e immagine coordinata di Italtech Wind ho pensato che fosse un modo per comunicare una buona cosa. Voglio dire che se un’azienda mi avesse chiesto di pubblicizzare la sua centrale nucleare, avrei rifiutato categoricamente, perchè non voglio essere complice di “soluzioni energetiche” che rischiano di sterminare il mondo. Voglio far riflettere con un esempio. È come se avessero inventato l’Aspirina con scritto nelle controindicazione che può, ripeto può in rarissimi casi portare alla necrosi ischemica e successivamente alla morte. Io vorrei sapere il pazzo che la prenderebbe in considerazione sapendo che la controindicazione è molto più grave della condizione in essere. Forse non è pazzia, perchè ci verrebbe somministrata* come ti “somministrano” vicino a casa una Centrale Nucleare.

*somministrare [som-mi-ni-strà-re] (somminìstro)
1 Dare, assegnare, distribuire, fornire, svolgendo una funzione o un compito specifico: s. l’eucarestia; il medico somministra le medicine al malato; s. denaro, viveri e cure ai senzatetto
‖ estens. Fornire qualcosa di utile: si erano pasciuti delle erbe e della frutta che la terra e gli arbori somministravano loro_ G. Leopardi

www.italtechwind.it

_ideazione e realizzazione grafica depliant / progettazione e realizzazione grafica immagine pubblicitaria

 

Il trifoglio porta fortuna di Dovizioso

Beh, visto che agli inizi, il super Dovi vestiva Clover, che significa “trifoglio”, abbiamo scoperto che il vero portafortuna non è il più famoso e ricercato quadrifoglio, ma bensì la più comune delle erbette a tre “petali”. Ora il Dovizioso, come spesso capita a chi raggiunge il successo, veste Spyke e altri mille sponsor. È passato un pò di tempo da quando seduto dietro allo scooter di Dovizioso, me ne andavo in giro per i paddock del Mugello. Erano i tempi di Giansanti nella 250 e di Battaini. Ed era un buon momento anche per Clover, azienda cocciutamente tecnica, maniacalmente attenta a qualsiasi particolare del prodotto, da diventare sicuramente un’azienda di riferimento nel settore delle giacche da moto per veri viaggiatori a due ruote! Già, ne è passato di tempo (neanche avessi 40 anni a ottobre…). Insomma, dei bei ricordi, e una marea di lavoro per i Marchetto Brothers, come li chiamavamo. Devo dire che mi mancano. È la verità. Quattro anni tra fiere, eventi, scatti fotografici (tre giorni al Mugello), litigate, incomprensioni, soddisfazioni, risate, battute…. Speriamo un giorno di rincontrarli,….per caso!

Ideazione e realizzazione grafica pagine pubblicitarie per Motociclismo/ In Moto / Superbike …_Progettazione stand fiera INTERMOT_Progettazione pareti autoportanti per punti vendita_Ideazione e realizzazione grafica depliant prodotto_Direzione artistica servizi fotografici_Video_Design t-shirt_Ideazione e realizzazione grafica sito internet_….

 

Ogni anno la cioccolata* risorge

La Pasqua è la principale festività del cristianesimo. Essa celebra la risurrezione di Gesù, e la celebra con un uovo*.

“L’uovo è sempre stata una figura dai marcati tratti simbolici sin dai tempi antecedenti al sorgere della religione cristiana. Le uova, infatti, hanno spesso rivestito il ruolo del simbolo della vita in sé, ma anche della sacralità, anche molti millenni avanti Cristo: secondo alcune credenze di molte religioni pagane e mitologiche del passato, il cielo e il pianeta erano considerati i due emisferi che andavano a creare un unico uovo, e le uova costituivano la vittoria della vita.”_fonte Wikipedia

Sarà la mia mancanza di fede, sarà la consapevolezza che ogni festività è un buon pretesto per acquistare e vendere di più, che mi sono reso conto di voler sintetizzare la Pasqua con un’immagine che racchiudesse il bisogno di credere in qualche cosa e il desiderio ogni anno di far rinascere la voglia di cioccolato nel bel mezzo di una resurrezione. L’uovo di Pasqua…..e con il tuo spirito.

“Il cioccolato (o la cioccolata e, talvolta, anche la cioccolatta) è un alimento derivato dai semi della pianta del cacao (Theobroma cacao L.) diffuso e ampiamente consumato nel mondo intero. È preparato a partire dal burro di cacao (la parte grassa dei semi di cacao) con aggiunta di polvere di semi di cacao, zucchero e altri ingredienti facoltativi, quali il latte, le mandorle, le nocciole o altri aromi. Il cioccolato viene prodotto nelle forme più svariate; la più comune è la tavoletta, ma, sia industrialmente che artigianalmente, il cioccolato viene modellato in forme diverse, specie in occasione di ricorrenze o festività – come nel caso delleuova di Pasqua. Alcuni studi sembrano confermare che il consumo frequente di cioccolato possa condurre ad una particolare forma di dipendenza detta, per analogia con l’alcolismocioccolismo.[1] 

 

Sarà sicuramente un buon viaggio…

….Se state indossato un capo Clover. Questo era lo slogan delle prime campagne pubblicitarie che abbiamo realizzato per questa azienda produttrice di abbigliamento tecnico da moto. Da Passo Manghen alla città, passando per Capo Nord. Questi erano gli itinerari previsti per chi indossa un capo Clover. E questo è sempre stato lo spirito dell’azienda. TO GO TOO FAR… Andare lontano, tanto lontano, troppo lontano!

Foto Ruggero Zigliotto

C’era una volta….

Once upon a time…. è proprio così che inizia l’avventura di questo brand di oreficeria per bambino che ha scelto, nell’era della tecnologia e della computer grafica, di tornare ad una immagine tutt’altro che moderna, dal sapore fiabesco e sognatore. E chi ci crede ancora alle fiabe in questo mondo sempre più squallido ed esasperato? Probabilmente i bambini e i genitori che li amano a tal punto da tornare ad essere come loro. Credo proprio sia questo il target e l’obiettivo di Once upon a time; la genuinità dei sentimenti e del loro prodotto. Un design pulito, proposto a Pitti Bimbo* invece che a Vicenza Oro, proprio perchè prodotto fashion e non certo vecchio accessorio in materiale prezioso. I tempi sono estremamente difficili per progetti validi e di qualità. Chissà che ogni tanto, anche le fiabe che nascono nel mondo del lavoro possano avere un lieto fine.

*Pitti Bimbo_Gennaio 2010

www.onceupon.it

_ ideazione e realizzazione depliant prodotto / progettazione e organizzazione immagini pubblicitari / progettazione e gestione realizzazione stand Pitti Bimbo / direzione artistica servizio fotografico indossato / casting

2011: Leodari al “verde”

Se non avete ricevuto il CALENDOTOTEM 2011 di Leodari Pubblicità, probabilmente avete frainteso il titolo, altrimenti sapreste bene che il 2011 al “verde” significa solamente che la volontà dell’azienda è di credere in un mondo migliore e pulito, e non di certo riferito a difficoltà economiche molto lontane dalle condizioni reali di un’azienda che da sempre (beati loro) vive in una condizione economica molto favorevole. Leodari Pubblicità così, nell’augurarvi uno straordinario 2011 pieno di soddisfazioni, salute e serenità, ha deciso di trasmettere un messaggio che è sempre rimasto vivo nella mission aziendale: l’ossessione per il verde, dai significati che trasmette il colore ad un’attenzione particolare all’ambiente.

www.leodari.com

_personalizzazione e realizzazione grafica Calendototem Leodari Pubblicità / foglio istruzioni / ideazione e impaginazione grafica calendario